Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 24
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0032
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0032
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E R E

24

DEL MEDESIMO

RISPOSTA SECONDA.

III.

Vengo airaltro parere da lei cliiestomi
non sopra d’un’espressione, ma d’una re-
ticenza ; il quaìe sembrami più cimentoso,
quant’ è più malagevole il render conto di
un autore , che per tanti secoli più non
parla, di tutto quello che omise nell’ope-
rasua, positivo essendo e visibile quel che
si clice, incerto, od indesinito quello che
si può dire. Ella non mena buono al man-
tovano poeta, che nello stesso libro secon-
do della Georgica abbia lasciati stare i nomi
di Serrano e di Cincinnato chiamati dagli
alberghi loro campestri a’ primi onori re-
pubblicani, quando pur di Serrano ne fe-
ce raenzione nel iib. 6. della sua Eneide.
Preinettendovi poi alcune sue ingegnose
ed erudite osservazioni confessa di sentirsi
inclinato a credere che i nomi di que’ro-
mani agricoltoii e consoli a un tempo sie-

no
loading ...