Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 47
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0055
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0055
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedxte*

4?

DEL CONTE

ALGAROTTI

IV.

Berlino 11. aprile 17^0.

L Chiabrera diceva che la poesia è il di-
letto degli uomini, e che i poeti ne sono
la noja ; ma ipoeti, come ellaè, li avreb-
be messi coti la poesia medesiina. Così fo
io, e ie rendo le più vive grazie del leg-
giadrissimo suo sonetto . Per rispondere ia
qualche niodo a quel tanto che Ìe debbo,
io le ho indirizzato alcune lettere , che
spero non somiglieranno alle Bolognesi .
Eccolene una che le trascrivo , ìa quale
ho iinito jer sera; ed eila dee riguardarla
coine uno sbozzo , su cni io consulto un
maestro dell’arte , prima di fìnire il quadro:
e gliela mando tanto più volentieri, quan»
to ch’ella potrà rispondere in certa manie-
ra aile tante cose, ch’ ella mi dice sulla

mia
loading ...