Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 64
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0072
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0072
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
*

64 Lettere

conoscerebbe che impaccio sia 3o scrivere
all’autor d& Dialoghi sopra la luce e i co~
lori, dopo averlo un po’letto, e dopo aver
raolto udito parlare di lui molti gravi e
dotti uomini che il vau leffsrendo. Mi scusi

OO

dunque, e soffra le nrie dolcezze claustra-
li, che hanno per altro una lodevole ori-
gine. Ma bastì di queste, II suo libro m’
ha fatto correggere quella stanza della can-
zone, che non le piacque e che a me to-
sto dispiacque. Ecco ia correzione »

Per cui la man gentile
Di prismi armò Licori y
E seste e squadre a vile
Non ebber Grazie e Amori :

Lor duce alVarti belle
D italo Fontenelle »

Emendi anche questa, o m’avvisi. Or che
fanno le sue lettere in verso? Oh ehe im-
pazienza d’avere il secondo m’ha messa il
primo torno nell’anima ! E le lettere in
prosa promesse a rae che fanno ? Ella ve-
de la mia malizia , nè io la dìssimulo. II
sentire da ogni parte a quanta altezza la

pon-
loading ...