Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 83
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0091
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0091
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inebite»

85

D .E L CO N T E

ALGAROTTI

XIV.

lumi d'italia e amici miei incomparaeili <

Potzclam 22» luglio 1 y52.

Al padre Bettinelli domando l’assoluzio-
ne, e al sig. abate Frugoni miìle perdoni «
Cbe ci posso io fare, se nol consente Apol-
lo? Tre e quattro volte ho posto mano al-
ìa penna, ho scarabocchiato, ho distorna-
to , ho rescritto ; ma veduto , non potere
far cosa non dico da Bettinelli e da Fru-
goni, ma pur passabile, ho dato ogni cosa
al fuoco . Benedetti sien quelli, quibus li-
quìdam pater vocem ciim cythara declit. A
voi altrì signori non invidio io già la feli-
cità delsestro e della vena, che troppo ben
vi sta ; ma non vorrei parere con voì mihi
comrnodus uni; e per piacervi ìntraprende»

F s rei
loading ...