Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 85
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0093
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0093
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite*

85

D E LL’ ABATE

BETTINELLI

XV.

Parma zz, maggio ijSZ,

H o pur saputo dopo lunghe ricerche ch©
ella è a Padova, e posso pur senza incer-
tezza dell’esito mandarle una lettera piena
di queirossequio e di quella diyota arnici-
zia , che in me xiata una volta per cosl
forti ragioni, non sa venir ineno nè per
ìunghezza di ternpo, nè per interruzìone di
commercio . INTei vero sento una intima
consolazione risguardando yerso gli Euga-
nei, e vedendo sì presso a me una sx ca-
ra persona . Mi parea duro dover passare
e monti sempre coperti d’ altissime nevi,
e provincìe iinmense e strane, per giugne-
re col pensiero in presenza sua. Io penso
ora in qualche modo d’averla meco^ e di
darle ia mano, e d’ udire que’ versi che

F 3

noa
loading ...