Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 96
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0104
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0104
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
96

L E T T E R E

D E L C O N T E

ALGAROTTI

XVIII.

Venezia 29. gennajo

P

JL ECCAVi, Domine, habes confuentem reum:
ed io mi lusingo che da un missìonario,
quale ella è , dovrò pur ottenere i’asso-
luzione , Ma ho bisogno di tutta la bontà
deli’animo suo, perchè mi venga perdona-
to di non l’aver ringraziata prima d’ ora
de’ bellissitni suoi sciolti sopra Genova , e
de’ quali ella ba voluto essermi cortese .
Stia pur sicuro che non sono usciti, nè
usciranno mai di mia mano. Ella ha moì-
to ben ragione di voler dar fuori i suoi
versì sciolti insieme con quelli del signor
abate Frugoni. Che se i buoni esempj va-
gliono assai rneglio, che non fanno i pre-
cetti, non ci potrà essere migliore scuola

di
loading ...