Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 110
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0118
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0118
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
1 io

L E T T JE R E

D E LL' A BA TE

BETTINELLX

XXIV.

Parma j, maggio irj5/!\,

suo nome va sempre in Parma crescem
do dopo la sua partenza. Così suol avveni-
re del ben perduto . Quanti si lagnano di
noa aveida veduta, quanti di non averla
trattata ! E noi d'aver tanto poco gustato
di lei pur ci lagniamo . La sua lettera mi
conforta , e conforterà gli altri, a? quali ne
faiò parte. AFrugoni, quando le sue ric-
chezze (1) portate da Genova diano luogo,,
farò vedere gli scioìti . Due già sono in
man di Fabri , e il resto seguirà . X due
libri non si trovano, e inetto questa noti-
zia avuta dal conte Rezzonico tra quelle ,

ch’ egli

(i) Ottenne soccorsi per le note sue Sup^
'pliche al senato .
loading ...