Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 113
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0121
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0121
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
| N E » I H E »

113

D E L L’ A B A T E

BETTIHELLI

XXV.

Parma 15. ottobre

Dopo II mio giro d’Italia, in cui seppi
non poter lei più partire verso Germania,
ho indarno cercate novelle sue. Veramen-
te sento al profondo dell’anima le cattive
nuove, che allor ebbi di sua salute . Ella
sa se l’amo , e quanto. Non mi neghi adun-
que un cenno ancor solo intorno a quest’
articolo . E ella a Padova, a Venezia, in
quiete , in moto , co’ medici , o co’ begli
spiriti? Pensasi intanto ad una stampa ita-
liana de’ due tometti, o ancor si mira alla
edizione tedesca ? Per ìeì, o per altri mi
scriva due righe ; se no, farò un romore
terribile. Sono intanto con tutto il più vb
vo senso d’ afsetto e d’ ossequio .

To: XIV,

H
loading ...