Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 133
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0141
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0141
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite»

D E L L’ ABA TE

BETTINELLI

XXXV.

Parma 26. aprile iy56.

.M è riuscito di seryire il sig. ambascia-
dore Erizzo in maniera, che è partito mol-
to contento di Parma, e non cerco altro
premio, che quel di seryire lei pure ben
tosto. Da lui stesso ella avrà, credo, sue
nuove. Egli m’ha consolato con la nuova
d’ un a’tro maritaggio di codesta nobilissi-
ma darna (i), per cui spero poter veder
ìei più presto .

Se ella mi manderà il fagottino per Pa-
rigi, mi studierò di servirla presso ì’Inten-
denza ; ma non posso assicurarla essendo
io Italiano.

I 3 Quan-

{]) Yedova Morosini , che il nostro Conte
visitava di frequente, passata dipoi a seconde
tiozze in. cà Zanobio .
loading ...