Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 135
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0143
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0143
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Jnédité. iS5

Troppo il gran torto io le farei, se du-
bitassi un momento del credito suo. Ecco
ehe io le trasmetto il fagottino^ ben sicu»
ro, ch’ ella troverà la via di farlo partire
e prontamente per Parigi . E perchè ella
vegga ) quanto fondamento io faccia sopra
di lei s le inchiudo due lettere per Parigi ^
una delìe quali va col fagottino medesimo »
La prego scriverrai con qual canale egli
anderà, acciocchè ad ogni evento io possa
scrivere al librajo Prault da chi dovesse
riscuoterlo a Parigì.. II fagottino contiene
il Congresso di Citera, che uscirà dalle su©
stampe . lo ci ho ìavorato dentro ultima-
mente per un mese intero, e ne sono iì-
nalmente contento * S’ ella il sarà altresì y
ne sarò arcìcontentissimo. Farò in modo T
ch’ ella lo abbìa il primo . EUa mi sgridi
quanto vuole intorno alla mia stitichezza *
lo non le farò altra risposta ? se non che
voglio piacere a Bettinelli ; tanto mi levo
col pensiero. Addio , allievo delle Grazie
e delle Muse, amatemi, ìnstruitemi , e
credeterai *
loading ...