Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 138
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0146
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0146
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i38

L K T t* E R. 1

CONTE

ALGAROTTI

XXXVIII.

y'enezia 12. giugno 1 yS6*

Ben ho di che ringraziarla , ma chi mi
darà la voce e le parole ? Ella pensi da
sè, quali debbano essere i sentiraenti delb
animo mio ; ella, che è del bel numeto
uno di quelli, che sono scrutatori dei cuo-
ri. La ventura settimana io partirò per Pa»
dova} donde piglierò le mosse per Bologua .
Di là le scriverò, quando mi sarà dato di
xivederla. Le acque di Pisa mi chiamano 3
ma ella rm attira.

Come ella ha preso ìe cose mie sotto
tra particolar patrocinioj le mando un Sag~
gio sopra la pittura. Tra le mie coserelle t
che le diedi aYenezia? vi è come l’abboz-
zo di questo picciolo trattato, il quale non
fa che uscire alla luce . S’ ella ìo crederà

aon
loading ...