Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 163
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0171
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0171
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N £ B 1 T E „

i63

B E L C O N T E

ALGAROTTI

XLVIII.

Padova a. febbrajo 1 jS’j*

TJn grandissimo segno della sua gentilez-
za è certamente, che Y. R. trasmetter mi
voglia il libro dell’acutissimo suo padre Bo-
scovich j in cui ella mi dice che abbia co-
rae ridotto a dimostrazione ìa necessità del-
la forza repulsiva in natura,, a cui pareva-
no repugnare , fuorchè gl’ Inglesi, tutti 1
fìlosoii di Europa . Yeramente la iilosofla
inglese piglierà piede in Italia, se ha carri-
pioni di un, tal ordine, se ha la società
dalìa sua : e mi rallegro, che abbia otte-
nuto ilJNeutono quello che avea tanto de»
siderato il Cartesio. Chi avria mai creduto
ne’tempi addietro, che quella Inghilterra,
eh’ era reputata un paese di goffì, dovesse
tanto primeggiare e dar legge nelie scien»

L 2 > ze?
loading ...