Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 170
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0178
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0178
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
17° Lettere

ne in queste parti. Me felice, quantfr) po-
trò rivedere chi vorrei poter veder sempre !
Grande inseìicità fu la mia , che voi non
foste il musagete del collegio di Bologna,
corae lo siete di Parma. Compiagnetemì
almeno , amatemi e credetemi.

i0*C*0*0*0'srC*0+0*C^0*0*0*

D E LL’ A BA TE

BETTXNELLI

LL

Parma i. aprìle

A-vhete ricevuto il Giornale stranìero, che
da due spacci vi mandai per la posta se~
condo Fordine vostro, e di che non v5he
parlato sinora per lettera , non avendoi per-
messo un incomodo di salute. Or rallegro»
mi del rimanervi che fate dal viaggio tur-
chesco ; poichè troppo era grave il pensare
a voi tanto tempo , e tanto lontano con

tanto
loading ...