Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 183
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0191
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0191
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite. 183

io il suo norae, el!a è per me ignota dea ;
ma nondiineno ella ha omaggio e culto da
ine, coine s’ella avesse voluto rivelarmisi.
Veggo clie avevate incominciato a notare
in margìne alcune coserelle . Se altre ne
aveste notate, basta che me ne indichiate
la pagina e la linea . Mi fa ardito a pre-
garvene la tanta parte , che pur vi degnate
prendere nelle cose mie . Scrivo a madama
du Boccage , a cui vi prego far tenere la
inchiusa, perchè mi mandi per mezzo dei
nostro arnbasciador Erizzo i fogli del Joar-
nal étranger, che daranno estratti delle co-
se mie. Se voi aveste una più breve via,
come credo l’avrete per Parma, raandate-
megli voi ; avvertendone però mad. du Boc-
eage, perchè non gli avessi duplicati. Non
dubito che voi non la conosciate : a ogni
costo conoscetela , e sarete contento . lo
le scrivo , che credo che la lettera gliela
recherete voi medesimo . Fate l’onore all’
Italia di faryi conoscere da lei. Vorret©
altresì indicarmi, quamio usciranno estrat-
ti delle cose mio ne’ giornali di Trevoux?
ma come vederli ? se neila vostra bibliote-
ca medesima di santa Lucia tali giornali

M 4

non
loading ...