Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 186
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0194
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0194
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T K R E

186

D E LL’ A B A T E

BETTI.NELLI

LVIII.

Venezìa i5. settembre ìjSg*

Ho quì veduta la prima volta la nuova
eclizione de’ suoi sciolti colla lettera a ma-
dama du Boccage; e come de’ nuovi versi
in questa pubblicati ho preso il piacer gran-
de che le sue cose m’ han sempre dato ,
così qualche cruccio lio preso deììa lette-
ra. E perchè penso che più volte ha ella
già protestato e che può nuovamente torna-
re a farlo, io la prego di perdonarmi e di
Bnire. Alle prime non mi son mosso, ri-
guardando queste cose come piccole , e
avendo orrore d’un’aria di pedanteria, che
disonora tante genti di lettere ; giacchè il
mondo grande mira con più indisserenza ,
che non si crede, taicose, e ride poì del-
le persone che ne san troppo caso . lo spe-

ro
loading ...