Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 188
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0196
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0196
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
188 L E T T E K S

e per me e pel sig. Andrea Corner, mio
buon amico ? e solo editore del volume .
Le giuro che non abbiam peccati sull’ani-
ma, e che potremmo difenderci assai be»
ne, se la cosa ìo meritasse . Si persuada
però che Famarezza non giugne a guastar
in me punto la sincera onesta disinteressa*
ta amicizia, che ìe ho sempre offerta ©
ch’ella ha degnato talor di gradire , nè
quella stima che veramente fo delle cose
sue e di lei, congiunta al rispetto con cui
sarò sempre .

P. S. Le trasmetto copia di una lettera
che ho ricevuto a questi giorni da Voltai-
re ; ella vedrà come pensa intorno alla lite
che oggi divide i nostrì begli spiritì il suo
amico di Potzdam e di Parigi, e ne farà
quel caso che più vorrà (1) .

^dbbiam creduto far cosa grata a Lettori nel
cjui riportar cjuesta lettera intera cjual ci
su comunicata dal gentilissimo Ab. Betti-
neilì.

(1) Votre souvenir , Monsieur, m’est bien clier, et
il m’est si doux de recevoir de vos nouvelies , que je

veux
loading ...