Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 206
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0214
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0214
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
!L 2 T T £ R g

206

CONTE

ALGAROTTI

VI.

Bologna 11. dicembre ijSg*

INIiente certamente vì fu per me di piu
dolce t quanto Ìa musica delle sue lodi ,
Yorrei potermi lusingare di averle merita”
te, perchè V. S. Illustrissima avrà letto le
mie coserelle, che a quest’ora dovrebbon
pure esserle giunte. Ciò che mi piace mol-
tissimo è giusto dì aver trattato uno di
quegìi argomenti ch’ ella tocca nella lette-
ra sua ; ma i’averlo trattato non è il tut-
to. Che dirà mo ella della qui ingiunta
lettera bella e stampata? S’eìla mi condo»
nerà la libertà che mi son preso ? mi par»
rà inoltissimo ; il rimanente lo ascriverò a
singolar favore .

Spero avere da Firenze i Discorsi del la
Noue, Ardirei domandarle con tutto suo

agio
loading ...