Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 208
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0216
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0216
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i2o8 L e t t e r e

mi riserbo a farlo in maniera corrisponden-
te alsalto sentimento, con cui lo pregio,
e lo riguardo. Dovendo sul momento ri-
spondere, perchè giunga la risposta a tem-
po di partire eoll’ordinano di questa sera,
non ho avuto, che due soli minuti di tem-
po per darle unocchiata, e molto mi ha
costato l’ottener da me stesso qualche tem-
po di sospensione , per compiere al dove-
roso atto di scriverie due righe in risposta.
Elìa è, qual non potea non essere, bella ,
e magnanima . Lascio di parlare a Y. S.
Illustrissima per correre a leggerla . Che
dolce , e superba cosa è mai l’esser se-
co nell’una o nell’altra maniera ! Mi sem-
bra di aver qualche diritto di richiederne
alcune altre copie a Y. S. Illustrissima .
Tosto che sia a notizia di chi gusta il bel-
lo, che a me sia una sua eosa diretta, mi
si afsollerà ognuno all’ intorno per volerla
leggere j e con questa soìa copia non potrò
contentare la generale euriosità.

La servirò , quanto più presto mi sarà
possibile, del catalogo de’ miei libri milita-
ri ; e ho ben piacere ch’ella abbia trovato
il la Noue. Ho ayyiso che sian giunte da

Ye-
loading ...