Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 227
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0235
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0235
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N E t> I T E . 227

mo suo ainico e mio , ii cayaliere Gray
ministro d’Inghilterra a Napoli. La prego
dirgli, quanto io mi levi in superbia al ve-
dere l’onore ch’egli fa aìle cose mie, e al
vedere soprattutto che le mie opinioni con-
suonino con le sue. lo spero ancora, fatta
che sia la pace , fargli corte a Milano , e
godere d’ n.n colìoquio, che io da tanto tem-
po desidero .

A1 principe Trivulzio la prego altresì far
mille ringraziamenti in noine inio. Ma che
debbo io dire a V. S. Illustrissima per l’ono-
re ch’ elìa mi vuol fare? II mio nome an-
drà dunque di compagnia coì suo e con
quello di Giulio Cesare ? Ben so , ch’ ella
non vorrà ch’io sia degli ultimi a godere
di una lettura, che mi sarà per tanti con»
ti di piacere e di profitto .

Elia presenti i miei rispetti a madarna ,
e mi creda quale pieno di veracissima sti»
ma ho l’onore di rafsermarmi.
loading ...