Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 281
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0289
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0289
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I N" E D I T E j

se tm pajo di case , e mi fecondasse la
campagnuola per qnesti due anni ? Io vo-
glio sperar bene da chi mi ama , e può
moito . Farò intanto di compiere il comin-
ciato 18. , e verrò'poi acciò mi siate giu-
dice, s’ ella è cosa che vaglia. Intanto se
poteste procurarmi una certa traduzione
d’ Oraero in prosa italiana fatta già da im
gentiluomo veneziano, che mi viene nomi-
nata e a Padova non la trovo , mi sareste
cosa gentilissima, ma sopra tutto continuate
d’amare chi pienamente vi ricambierà ia
arnore, ed è tutto yostro .
loading ...