Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 297
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0305
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0305
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite» sgj

Giacchè ho Fonore di scriverle, bìsogna
ancora che abbia quello di pregarla di due
grazie ; lo che spero non le dispiaeerà , non
essendo che im argomento delìa coniìden-
za, che giustamente ognnno in lei puè ri«
porre. Sappia adunque V. S. che iì cele-
brc sìg. Brucker qui di Augusta, membro
di codesta reale accademia delle scienze «,
amico mio grandissimo, rai fece sperar Fono-
re di essere ascritto a questo iìlustre cor-
po , e perciò mi ordinò i giorni passati ,
anche da parte del signor Eller medico di
S. M. di preparare qualche letteraria fatica
ìnedita da presentarsi anticipatarnente per
ciò all’ accademia. Trovandomi io avere fat-
te varie rissessioni, e ©sservazioni metodi*
che sopra l’elettricità, che pensava di dar
allaluce, ho determinato prima di pubbli-
carle di servirmi di loro a quest’uopo: ma
perchè sarebbe una eosa troppo estesa il
mandare quest’opuscolo tal quale egli è, ho
pensato raccoglierne solamente i teoremi
fondamentaìi, e formarne una lettera , la
quaìe per servirmi di una lingua usitata
scriverò in francese. II primo favore adun-
que di cui la pregherei sarebbe i! permet»

termi
loading ...