Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 429
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0437
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0437
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4^9

I N £ » I T E .

che traduce il Salvini :

Sz ii cuor ne petti degli Achei partiasi,

a cui è simile quell’altro deì quattordice-

simo :

fì*j o yépay wpguin, Soci'^ógivoì yuerà. òopòv
Si%J)àSi,

similmente da ìui tradotto :

Sì consultava il veglio, in due partito
Nell’alma.

Ma nel caso presente importa qualche co-
sa di più, cioè divider con impeto, o per
inegìio dire stracciare, come vuole lo Ste-
fano. Di questo ce ne rende anche sicurì
quel verso del diciottesimo nella morte dì
Patrocolo .

.... p'xtioìSs %tp<n Apjy Ih%yvi Saì^cov,

ehe iì Salvini traduce :

......... e colle care

Mani la chioma stracciando sozzava.

Passando ora alla voce pcoyxxiov , questa
null’altro significa che rotto o pertugiato,

equi-
loading ...