Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 14): Lettere Italiane — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-14]

Seite: 442
DOI Seite: 10.11588/diglit.28092#0450
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd14/0450
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
44® L * t r * ft e

coa estrema secretezza gli mandaì, e ch@
avrete forse piacere di vedere ec.

Ho detto che Iio pocotempo, sì perchè
gli amici mi tengono sempre applicato a
servire ed assistere alle loro opere e stam-
pe, come altresì, perchè la mia opera gran»
de deìle patrie antichità noa mi fa respi-
rare, e credo che verranno tre o quattro to-
mi in quarto , se pure non accaderà com©
al calamajo , che se ne proibirà la pubbli-
cazione senza poi dirmene ii motivo . Di
brieve vi trasrnetterò la vita del gran Pon»
tano in latino col ritratto vero, e ii dise»
gno della cappella del inedesimo , aìla qua>
ie ho avuta graa parte . Sono uscite 1©
poesie del nostro Gapassi colla porzion©
deli’ Iliade in lingua napolìtana in ottava
rima, che erano molto sospirate, e n’ho
rimesso a m. Passeri qualche saggio . Mi
rimetto alia risposta che farò a cotesto pre»
lato di scrivere aitre letterarie cose nostra-
!i ; e vi priego a perdonarrni, se non ho
usato il terinine di V, S. Uiustrissìina, per»
chè ia terza persona m’ imbrogìia in iscri-
vendo, e di tali epiteti io ne ho un bot-
tegone, e ne do a tutti gratis ,

E con pienezza d’ossequio mi co,nferino^
loading ...