Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 16): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-16]

Seite: 67
DOI Seite: 10.11588/diglit.28094#0075
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd16/0075
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ï JS’ È D ï TE. 67

non ho potuto aacora ottenere la licenza
di dare alie starnpe li miei umilissimi eïe-
viend del gran Neuton , perchè a’ tempi
nostri è un grand’ errore un gran rirnpro-
vero d’ esser neutoniano in Francia , come
d’esser eretico nelîa savia îtalia . Ma che

im-

cet homme unicjue doit oc.cuper dans l ordto
des talens et dans ceiui de la Société .

Ecco come maestrevolmente dipinge il carat-
tere morale non meno che i pregj letterarj di
questo grand’ uorno il celebre autore dei tre
secoli della letteratura f/ ancese . Noi non sa-
premmo che aggiungere ad un ritratto , per
nostro avviso, vero e somigliantissimo , e che
tale apparirà a chiunque si ponga a leggere
spassionatamente la immensa collezione delle
opere di Voltaire . L’amicizia di lui con Alga-
rotti ebbe principio nel iy55 , allor quando il
nostro italiano ancor giovinetto , recatosi a Pa-
rigi e quindi nella celebre villa di Cirey, pas-
sovi colà molti mesi , nè mai sofferse dappoi al-
terazione alcuna per lo spazio di quasi trent’ an-
ni che questi visse , malgrado i legarrti fortissi-
mi di Algarotti con Maupertuis , e le avventu-
re notissime che trassero ad aperta nimicizia
fra loro codesti due illustri francesi.

E a
loading ...