Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 16): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-16]

Seite: 81
DOI Seite: 10.11588/diglit.28094#0089
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd16/0089
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
î N E D I T E é 8 1

tjreso a coltivare? Starà a voi di essere uu

i.

altro R.egnier e un altro Menagio nella lin-
gua nostra > e quando vorrete sarete arci-
consolo della Crusca *

La vita di Giulio Cesare, di cui mi fa-
te Fonor di parlarmi, la vo ora ripulendo,
e subito che sarà stampata, il che spero
che sarà quanto prima, ve la trasmettèrô,
Ho bene in questo mio ozio allestito una
novella edizione del mio neutonianismo .
Vorrei che questa mia luce fusse fosforo
riforbito dalle acque del mare. Ma posso
ben dire dello stato presente di quest’ope-
ra rispetto all'antico, multo tamen hcec splen-
didiora , meliora , breviora .

La duchessa d’ Holstein , che sen viene
ben presto a voi per condurre ii figlio suo
al gran maresciallo suo fratello , e che io
accompagno co’voti, mi ha promesso d’in-
caricarsi di portarvi questa edizione, se sa-
rà uscita al tempo della sua partenza : beri
vi recherà ella alcun’ altra cosetta di mio,
ch'è uscita in iuce durante questo mio ve
neto ozio . Ma voi quando darete fuori xi
yostro Luigi XIM in compagnia di cui non
meno che di Federico ho yiaggiato per Ful-
‘To: XVI. F timo
loading ...