Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 16): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-16]

Seite: 426
DOI Seite: 10.11588/diglit.28094#0434
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd16/0434
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4-2-6 L E T T E Ti E

■eli’ ella avrà avuto la bontà di sar tenere
b1 sig. duca di Nivernois, e al sig. abbata
de Bernis ora cardiiiale il mio libro ; del
che le rendo mille e milie grazie. Mi han-
no mandato da' Parigi una tradusione del
Congresfo di Citcra ; ed io devo avere gran-
dissimo grado al mio traduttore, che mi
scrivono, senza airmene il nome, che sia
xma gentilissima signorina di r6 anni. Se
nel giornaie étranger dessero qualche estrat-
to del mio libro , la prego farmene avere
i sogli per via del signor Ambasciatore
Erizzo , al quale faccio mille e milie com-
plimenti . Da qui innanzi le scrivero per
îaezzo suo . Questa volta questa mia iette-
Fa le sarà mandata dal p. Bettineili gesuita
italiano ch’ è costi ; e s’ egli farà bene, ie
sarà portata da lui medesimo . Ora che
bella opera ha elia tra le maui , con che
vieppiù illustrare il tanto iliustre sno no-
me , e la sùa patria ?

Io ho contratto amicizia col cardinale
Passionei, che certo è amabilissimo , e cre-
do dovere in moltissima parte le grazie ch>
egli mi fa all’ ainicizia ch’ ella, madama s
gU ayjrà rnostrato avere per ine ; e ne la

riq.-
loading ...