Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 5
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0015
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0015
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I H E D 1 T E . 3

aîmeno una ventina di esemplari, che conn
prerei a quel prezzo ch’ ella credesse con-
veniente . Aspettero adunque la risposta
sua prima di mandare l’ esemplare a Ye-
nezia, dove non sarebbe stampato certa-
mente come vorrei . Nel frontispizio. ci
desidererei una lixa col. compasso, com’ ô
nel srontispizio delle mie opere ; ma che
faranno assai più bello a Parigi. Per altro
non ci vorrei altri rami : in luogo di cul-
de lampes, al più di quelle stellette che s
imprimono come i caratteri. La vorrei in
forma picciola ; in somma una bella edi-
zioncina ; della quale lascierei la cura a
lei, e al gusto di Parigi. Unitamente a
detta carta Ie trasmetto ancora la risposta
del Secretario della nostra cornune Acca-
demia, in cui la ringrazia del regalo che
ad essa Accademia io presentai, madama j
in nome suo . Nel mentre che aspettava
da Yenezia la cartuccia da mandarle, ho
fatto un viaggio a Parma invitatovi dai
Reale Infante. Non saprei dirle le grazie
che vi ho ricevuto. Tra le quali grandis-
sima fu. quella, ch’egli ordinô Che xsi rap-
presentasse per me una sera Castor et PoC

A 5 lux
loading ...