Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 42
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0052
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0052
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
/\1 L E T T E R E

D E L C O N T E

ALGAROTTI

XXVIII.

Bologna 7 Luglio 1760.

îIo ricevuto assai tardi la gentilissima let-
tera sua de’i5 raaggîo, che non avrei po-
tuto ricever raai troppo presto. M. JBer-
nard , ch’ io abbraccio come posso sin da
qui, ha ben ragione di dire, che io ho
in lei il migliore agente del mondo ; raa
corae potro io raai ringraziare abbastanza
un tale agente di quanto egli fa per me?
Niente vi ha di più onorevole, che le rela-
zioni delle cose mie, che ho lette-, la sua
mercè, nel giornale forasdero. Mi ci vuo-
le una gran virtù , perchè non mi faccia-
no levare in troppa superbia. Spero che a
quest’ ora ella avrà ricevuto un’ altra mia
operetta, che è un saggiq cli leiterc sopra
ïa Pittura, che le doveva esser rimessa
dal nuovo ambasciatore di Yenezia, il sig.

Tie-
loading ...