Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 56
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0066
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0066
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
56 L E T T E R E

tanto ed onora. Mille cose al più amabile
tra’ poeti. Ella mi creda pieno di ammira-
zione e gratitudine.

■*0*0*0 + 0*0*0*0*0*0*G*0*0*

DEL MEDESIMC)

XXXIII.

Bologna 39 Gennaro 1761.

JSl desso sx clie incomincio a persnadermi
veramente di essere in un deserto. La Mu-
sa francese si è dei tutto scordata del suo
umilissimo servidore e ammiratore italiano.
îo Ie lio scritto non so quante lettere, nè
per la via di Venezia, nè per la via di
Parma non ho risposta alcuna. Aspetto pu-
re quella felice settimana che mi rechi Ie
tanto desiderate nuove di lei.

Ho letto con mio gran piacere nel Mer-
curio la traduzione che hanno fatto del
rnio saggio sopra gl' Incas, e ben vorrei
saperé chi è ii gentile inio traduttore.

Ha ella riceyuto le lettere Russe? II Fre-

1011
loading ...