Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 64
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0074
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0074
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
64 L E T T E n E

Mille cose all’ amabilissimo Beniard. EB
la nii tenga nella grazia e memoria sua,
e mi creda il primo tra suoi ammiratori.

* O+C *0 + 0 *0*0* 0*0 *0*0*0* o *

DEL MEDESIMO

XXXVI.

I .

Bologna 8 Aprile iy6i.

TTorno a ringraziarla più vivamente che
mai del dono cortesissimo che mi ha fat-
to novellamente ; ma io avrei amato me-
glio piuttosto che le stampe aitrui, ch’ el-
la mi avesse fatto parte di qualche suo,
anche breve, manoscritto, o pure di qual-
che coserella dell’ amabilissimo e erudelis-
simo Bernard. Per incitare l’una e l’altro
a cosi fare, inchiudo in questa mia, ch'
ella riceverà per Ia strada di Parnra, due
esemplari di un picciolo mio componimen-
to, al quale desidero la beila sorte che
non dispiaccia nè a Sasfo, nè ad Ana-
creonte. Voltaire mi ha mandato il suo

Tan-
loading ...