Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 76
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0086
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0086
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
fjÇ> Lettere

ta insieme col Rescritto e col Tancredi a
ruilady Orford conosciuta meglio sotto no-
me di Walpole, che sta a Firenze da mol-
to tempo, ed è una Dama di sommo spi-
rito. II più bel regalo poi di tutti è 1* es-
tratto o vogliam dire traduzione fatta del
mio Orazio nel journal étranger. Io ringra-
zio senza fine quello dei dotti ed amabili
Giornalisti, che mi ha fatto un tanto ono*
re. Tale opera del journal. étranger è ce-
lebratissima in Italia. La biblioteca dell’
Instituto vi si associerà. Ho già veduto nel
detto Giornale con sommo piacer mio, ol-
tre all’estratto del mio Saggio sopra la Pit-
tura, gli altri per me onorevolissimi estrat-
ti dell’ Epistole in versi, & delle Lettere
militari. A proposito di epistole in versi,
ardisco inchiudere due copie della ultima
mia sopra il Commercio, perchè ella ne
faccia pervenire una agli autori del Gior-
nale del Commercio, e 1’ altra agli autori
del Choix Idtteraire. Io mi llguro che cosi
gli uni come gli altri avranno dei corris-
pondenti in Parigi ; se già i Giornalisti me-
desimi non sono in Parigi. Mi piacerebbe
sommamente cho in due opere cosi ripu-

tate
loading ...