Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 89
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0099
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0099
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ÎNEDITEi' i

DEL MEDESIMO

XLII.

Bologna 2. Febbraro 1762»

H o pensato a cosa; che sarà a eotesti si-
gnori Giornalisti di rnaggiore onore, che
non sarebbe stata loro una lettera mia, e
che insieme toglierà a me quella taccia,
che forse in simile occasione dare mi si
potrebbe: e ciô è, che io lodassi loro per-
chè essi tanto lianno lodato me. Qui in-
giunta ella troverà copia di una lettera
scritta a me dal sig. Zanotti secretario di
questa nostra Accademia in proposito del
Giornale Foresdero, la quale clovrà piace-
re, spero, moltissimo al letterato gentiîe,
che dando i’estratto del mio Orazio ha fat-
to a me un cosi grande onore. La suppli-
co volergli dire railie cose in nome mio .
La grazia con cui ella d’ ogni grazia piena
saprà eondirle, darà loro quel valore, che
avere non potriano dalla mia penna. Non
mi lasci più lungo tempo digiurio di sue

nuove.
loading ...