Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 107
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0117
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0117
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Inedite? 107

tevin fabbricatore delle Terme snlla Senna
abbia trovato il modo di riscaldare perfet-
taniente le camere de’suoi bagni senza cam-
mino, nè stufsa. Io penso che ciô sia per
via di un tepidario fatto col vapore dell’
acqua calda. Avrei piacere di sentire se io
mi sia ingannato, o no. Che si dice costà
clella pace? Qui si dice che la Havana sia
presa ; il che non so quanto potrà contri-
buire alla pace . Ella mi conservi la pre-
giatissima grazia sua, clica mille cose in mio
nome ai Bernard, ai 1 a Condamine che îe
fanno corona, e che hanno il piacere di
vederla e udirla, e mi creda.
loading ...