Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 136
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0146
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0146
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E R E

Jean Jacques, ma un giovane Piousseau di
Parigi che è parente del riuovo loro Con-
trôleur des Finances s’ incaricherà fojse di
due altri esemplari a lei diretti. La prego
sarne avere *uno a ra. d’Alembert, e l’al-
tro a qual Giornaiista le piacerà meglio,
perchè ne parli nel suo Giornale, se lo
crede a proposito.

Abbiamo qui avuto di passaggio il sig.
ab. Coyer. Ho letto ultimamente la sua Sto-
ria di Giovanni Sobieski. E scritta mi pa-
re con una certa afsettazione di spirito re-
pubblicano, che forse è la cagione del suo
viaggio d’ stalia. Egli mi ha detto che sia
sciolta îa società ti’a d’ Alembert e Dide-
rot, donde ne risulterà forse che îa EncL
clopedia non sarà continuata. E egli vero
che sieno usciti a Parigi tre tomi di figu-
re, che si rapportano alla Enciclopedia? Se
cosi fosse, ini sax’ebbe importante il saper-
io ; perchè avendo io la Enciclopedia, mi
conveiTebbe provvedermi di detti toini. Ha
ella veduto il celebre David Hume, che è
presentemente a Parigi coll’ ambasciadore
Inglese? A1 sig. de la Condamine, di cui
îion ho potuto per ancora ayere il viaggio

d’ Ica-
loading ...