Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 142
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0152
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0152
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
1-4* L E T T S R É

D E L C O N T E

ALGAROTTÎ

L VII.

Pisa 22 Apriîe 1764.

Le presenterà questa mia il sig. Strange,
gentiluomo inglese sommamente dotto, il
quale è dimorato tra di noi lo spazio di
sette anni, e clie abbiamo quasi il piacere
di avere naturalizzato. Ella, madama, che
ci fa l’ onore di essere mezza italiana, avrà
soinmo piacere di conoscerlo, e insieme
con esso lui la dama sua moglie, che è
la più arnabile persona che vedere mai si
possa. Raccomandare a iei con lunghe pa-
role taii soggetti sarebbe un fare un torto
manifestissimo e al merito loro, e aila gen-
tilezza sua, madama. Basta averglieli pre-
sentati, perchè sieno sicuri di ricevere da
lei ogni sorta di favori e di grazie.

Secondo i suoi ordini ho mandato ai La-
mi ii suo libro : ma egli è idropico del

petto,
loading ...