Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 153
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0163
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0163
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SIJL Triumvirato. i 55
to nella storia romana, clistinguerà agovol-
rnente clue sorte cli Romani: gli uni clall'
espulsione de’re fmo a’Gracchi, pieni cli
rozzezza e di ferocita, come i secoli ne’
quali vivevano, la cui più forte passione
era una virtù atroce e talvolta harbara, nu-
driti di pregiudizj al pubblico giovevoli,
vittime chi per un modo e chi per un al-
tro dels araor clella patria : e questi ci so-
no il più sovente rappresentati nelîe trage-
die; gli altri cla’ Gracchi lîno ad Augusto,
che il valor clell’ animo collc delizio clel
coz’po e colla pulitezza tempravano dello
spirito, eloquentemente îristi, e nobilmen-
te viziosi, che il pubblico riguarclavano co-
rae il patrimonio del più potente, e cpal
più cjuaï. meno sacerdoti tutti dell’ambizio-
ne : e questi sono più pr-opïio oggetto clel-
le considerazioni politiche. Fra i primi fu-
rono i Bruti, i Fabrizj, i R.egoIi, i Gin-
cinnati e gl’ inlonsi Camilli; fra i seconcli
i Gracchi, i Silla, i Marj, i Pompci, i
Grassi, gli Antonj, i Luculli e i tliscinû
Cesari.

Nella primiiiva R.oma, cliro cosï, oltro
un certo fervore meravigboso zie’ principj,

ed
loading ...