Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 167
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0177
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0177
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sül Triumvuato, ! By
avea svelta la radice della guerra (1) ; let-
tera confermata dal testimonio di Grasso
stesso, clie simile al cavallo della favola
chiamô in soccorso chi ad opprimerlo va-
lea.

Accompagnossi prm Crasso con Pompeo
nella domanda del consolato, e per mezzo
suo principalmente l’ottenne; fernmina de-
siderosa di trarre a sè gli occhi de’riguar-
danti, e che va a porsi vic-ino ad una Fia-
vacourt o ad una Suarez. JNon durô guari
quella benevolenza, che dimostrô sul prin-
cipio a Pompeo, che voleva anzi la politi-
ca che tuttodi crescesse : poichè se alcuna
cosa buona nel consolato fatta si fosse, ne
avrebbe almeno con Pompeo, idolo allora
del popolo, partecipata la gloria ; se nulla
si fosse fatto per li continui dispareri de’
consoli, come avvenne, non potea fallir
1’ onta di ricader tutta sopra a Grasso, co-
me al men grande dei due e al meno sti-
mato. E quest’onta forse per riparare, die-
de Crasso un convito di dieci mila tavole
al popolo romano, e grano per tre mesi ;

e que-

(i) Plut. in Crasso e in Pompeo.

L 4
loading ...