Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 191
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0201
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0201
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sul TRniMviRÀTO. igi
ülmeno in apparenza unito. Quelii, che
cangiano partito in una repubblica, sono
simili a coloro, che cangiano di religione,
i quali sono disprezzati da^ coloro, la reii-
gion de’ quali abbandonano, e non istimati
da qiielli, la cui religione abbracciano < Ii
cangiar di partito in una repubblica divisa,
oltre l’ opinione che ti conciTia di legge-
rezza, e le iniinicizie che ti partorisce più
forti delle novelle amicizie, dà maisempre
grandissimo sospetto di te, e fa più che
mai por mente alle azioni tue : poichè si
crede che colui, che il fa, mecliti qualche
cosa di utiîe a sè e di pernicioso allo sta-
to, che d’ altra parte vi trovi alcun gran
vantaggio da compensare i syantaggi, che
reca in sè stessa Ia mutazion di consiglio ;
ed è certo infîne, come dice Macchiavel-
li, doversi credere alla guerra (i) che vi
sia sotto inganno, quando si vede fare uno
errore grande ad un nemico. E certamen-
te ch’ ella è cosa sommamente pericolosa
in una repubblica il cangiar di partito, da
non farsi che con somme precauzioni e ne-

ëU

(i) Cap. 48, hb. III. de’Discorsi-
loading ...