Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 196
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0206
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0206
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ig6 S A G G I 0

navi i’ElIespoiiLO e l’Eusino, e de.;Ii eser-
citi suoi la Macedonia, la Tracia e parte
clella Grecia.

Goncorseroj ed agli ultirai casi vennero
aliora i due più grau capitani del secolo
Mario e Silia per I’ onor di combattere
cosi potente rivale, o pel pretesto di co-
mandar piuttosto contro la patria un eser-
cito. Furono in parte üacche le sue forze
da Silla restato superiore, con cui fece un.
trattato, ch’ e’ ruppe tosto ch’e’fu iu ista-
to di sostener la giustizia della violazion
di quello con un’arraata.

Ebbe poscia il comando contro di lui
Lucullo . quell’uorao, di cui Cicerone di-
ce u'n po’ troppo da retorico, che studio
ed irnparo la guerra navigando contro ii
neinico, più faraoso poi per la magniixcen-
za e delicatezza sua, che per le virtù mi-
litari o civili; il quale dopo avere ugua-
gliato i prirai uoinini di guerra e di stato
del suo tempo, non fu poi da niuno pa-
reggiato nelF ozio e nella vita privata. L’
arabizione lo spinse nella gîoyentù sua a'
primi gradi della repubblica ; l’ opulenüa
.silosofia negli anni raaturi lo ritenne sem-

pre
loading ...