Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 235
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0245
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0245
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
5 u l Trhjmvirato. ü35
debba prendere (1)? II che era pur com-
provato dal venerabile gius romano istesso,
che per prima legge di tutte ponea la sa-
lute del popolo (2). Doveva inhne Pompeo
contro un nemico armato armarsi egli pu-
re senza perder tempo ; e per vincerlo nel
resto, cominciar dal vincerlo nel numero
delle legioni.

Da questa saggia ed unica precauzione
fu ben lontano con suo danno Pompeo ; il
quale non preparossi in modo alcuno ad
una guerra, eh’egli dovea vedere omai in-
evitabile, e la quale, per li pochi riguardi
che mostrava per Cesare, accelerava più
che.mai. E certamente che traviô del tut-
to dalla politica de’Romani, îa quale non
meno che 2a virtù loro militare condusseli
a soggiogare l’ universo ; poichè i JRomani
'vedendo discosto gV inconvenienù, li rime-
diarono sempre, e non li lasciarono mai
seguire per fuggire una guerra : perchè sa-
pevano che la guerra non si lieva, ma si
disserisce con vantaggio d’ altri, siccome di-

ce

(1) Macchiavelli ; c. 41, lib. III. de'JDiscorsi.

(2) Salus Populi prima lex esto ,
loading ...