Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 313
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0323
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0323
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s ü l Triumvirato. 5 I 5
qualunque altra cosa questa famiglia illu-
stre, furono i versi di Virgilio, e i fatti
dello stesso Cesare, sole prove di nobilta-
de appresso i posteri.

Benchè egli fusse di una delle principalî
famiglie patrizie di Roma, fu perô addetto
alle parti plebee e Mariane, a cui fu sem-
pre in tutta la sua vita fedele ; come colui,
che nipote essendo del gran Mario per par-
te di Giulia sua zia (i), avea succhiato coi
latte î principj di questa setta, era cresciu-
to in mezzo alla sua fortuna, e vi era poi
stato ritenuto e fermo daü’ambizione. Mor-
togli il padre, fu all’ età di diciassett’anni
incirca destinato o pur creato Flamine Dia-
le da Mario e Cinna (2); sacerdozio prima-

rio

(1) Plut. în Cæsare .

(2) Julius Caesar divus annurrt agens sex~
tum decimum, gatrem amisit, secjuetttibtiscjue
consulibus Flamen Dialis destinatus, etc. Svet.
in D. Jul. c. 1.

Cum pene puer a Mario Cinnacjué Flamen
Dialis creatus. Yell. Paterc. II. 43.

Vedi la nota di Casaubono alle citate paro-
le di Svet. Flamen Dialis destinatus, dove no-

ta
loading ...