Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 329
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0339
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0339
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sul Triumvirato.
qu-el di colonnello ne’ nostri eserciti. Si
perveniva a questo grado in Roraa dopo
aver railitato un certo nuraero d’anni, non
novizio nella milizia, come usasi oggidï in
Francia, e nemmeno decrepito, come ve-
desi in altri servigi. A questo carico fu
assunto Cesare nel tempo appunto , che
Pompeo alla mal meritata gloria dell’ azio-
ni sue in Ispagna ed in Italia aggiungeva
H male da lui usato potere del consolato.
A Pompeo s’uni Cesare nel restituire ch’e’
fece il vigore della potestà tribunizia (1)
snervato e fîacco da Silla; nel che se mal
fece Pompeo, come colui, che le parti
degli ottimati avea Hno allora seguito, beti
fece per lo contrario Cesare Hdo sempre
alle popolari.

In cotal raodo mescolavano i Romani
colle sacre dignità le eivili e le militari,
nè avean, medianîe si saggio istituto, da

te-

(i) Tribunus militum, (]ui primus TXomam
reversô per sussragia populi houor obtigit,
auctores restitue?idae tribunitiae potestatis,
cujus vim Sylla diminuerat. enixissime ju-
vit. Svetonio in D. Julio, c. 5.
loading ...