Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 355
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0365
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0365
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sül Triumviràto. 555
GF imperadori stessi se ne rivestiron sem«
pre, come delle altre dignitâ essenziali del-
lo stato, gelosi dell’ unità dell’ imperio , e
acciô paressero governario secondo la con-
cession delle leggi, piuttosto che giusta l’
arbitrio della tirannide (1): e gl’imperado-
ri cristiani si ritennero fino a Graziano fra
i solenni titoli quello di pontefice massimo,
in tempi ne’ quali la religion cristiana era
da’ rispetti politici più che mai ritenuta e
stretta > e di pagane cerimonie tinta e con-
fusa (2).

Erasi questa una dignità splendidissima *
unica nello stato, e che a vita conservava»
si, ch’ esimeva colui che rivestito n’ era >
dal render conto dell’ azioni sue nè al se-
nato nè al popolo, e che da qualsivoglia
contenzione sottraevalo e da qualunque pe-
na (3) : avvegnachè per altro fossevi da’ suoi

Ci> Dion , lib. LIIÎ. pag. 5Si e 682. blU

(2) Vedi Jo: Ândreæ Bosii : de Pontificatu
Maximo Imperatorùm Romanorum, praecipue
Christianorum, Exereitatio , Cap. 3 et seq,
apud Græv. Antiq. B.om. T. V.

(3) Yide ejusdem: de Pontifce Maximo Ro•»
mae VeterU Exercitatio . Cap. 6 , ibid.

Z 3k
loading ...