Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 370
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0380
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0380
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
570 S A G G I O

gi pronunziar sentenza della vita de’ citta-
dini roraani senza la intervenzion del j>o-
polo ; doversi pero confiscare i beni de’
congiurati, e conjfinar le persone ne’ mu-
nicipj, dove fossero ben custodite: e pon-

tefîce

so, come moîti altri, il seguente luogo di Ci-
cerone, dove si tratta non delle aringhe dette
in questa occasione in senato , xna delle depo-
sizioni de’ testimonj , e delle confessioni de’ reî
stessi; il che fu due giorni prirna del contra-
sto che fuvvi intorno il loro supplizio : Co?i-
stitui seiiatores, qui omnium indic?u?i dicta
interrogata respo?isa perscriberent; describi ab
o?n?iibus stati?n libra?'iis, dividi passim, et
perv?ilga?'i, atcj?ie edi pop?ilo ro??ia?io i?npera-
vi ... . divisi toti Italiae, e???isi i?z o?nnes
provincias. Pro Sylla 14 » ib. Vedi Middleton
Vita di Cic. Tom. I. sez. 3, pag. 207 e 208.
ediz. di Londra 1741-

Oltre di ciô supponendo che si fosse con-
servata nel modo detto da Plutarco l’ orazion
di Catone , era ella senza dubbio differente da
quella che leggiamo in Sallustib ; poichè Plu-
tarco dice nel medesîmo luogo, che Cato?ie n-
prese /’ i?icosta?iza di Silla?io , e che rimpro-
vero a Cesare di sovvertir la rep?ibhlica sot~

to
loading ...