Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 424
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0434
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0434
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4^4 S A G G I O

da Ginevra su quel degli Svizzeri passa-

va.

Mandaron costoro ambasciadori a doman-
dare al proconsolo amichevolinente passag
gio per la provincia. Questi non essendo
ancora in istato di validamente negarlo lo-
ro, prese tempo a deliberare, e appuntô
loro un giorno per dar la risposta; giorno
in cui credette potere aver condotto a fine
colla legione c’ne avea, e co’ soldati che
dalla provincia aspettava, guel famoso trin-
cieramento, compito il quale negô risolu-
îamente il passaggio, allorquando potè mo-
strar loro di che poterlo impedire (1).

Cominciava questo trincieramento ( intor-
no al sito del quale variamente disputaro-
no gli eruditi, uomini di pedantesca anzi
che di militar polvere sordidi) cominciava,
dico, questo trincieramento da Ginevra, e
seguendo le sinuosità del Rodano andava
a finire al monte detto ora le Wache, in

faccia

( i ) Negat se more et exemplo pop. rom.
posse iter ulli per provinciam dare ; et si
vim facere conentur, prohihiturum ostendit,
De Bello Gallic. lib. î. cap. 4 > *n hne .
loading ...