Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 427
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0437
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0437
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sul TriumvirAto.
non tanto provvide Cesare alla tranquillità
delle Gallie, alle quali tanto di briga pre~
parava, quanto alla sicurezza della provin-
cia, a cui non volea che i Germani che
di là dal Reno abitavano s’avvicinasser trop-
po, venendo per avventura ad occupar le
stanze dagli Elvezj abbandonate (1).

In cotal modo fece di costoro schermo
alla provincia, fatti ormai troppo deboli
per pensare ad invaderla, ma rimasi abba-
stanza forti da poter difendere la patria lo-
ro da tante montagne munita, e per con-
seguente coprir la provincia che dietro ri-
maneale contro il furor de’ Germani.

Da quel tempo in poi rimasero gli Svizze-
ri nelle loro sedi, dove dopo varie vicissitu-
dini nello stato loro, hanno rimesso l’antica
forma di governo repubblicano, convenien-
te in tutto alla natura d’ un paese situato
în mezzo alla povertà e sterilità delle mon-
tagne. Ivi è promossa 1’ industria dalla li-
bertà e dalla sicurezza della possessione -
îndustria più, che altrove necessaria per do-
mare un suolo sterile ed ingrato, e che

sva-

(i) De Bello Gallico, lib, I. cap. 16.
loading ...