Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 447
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0457
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0457
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s ir l Triïïmvihato, 447
nelli, dei Curiosoliti, e dei Lexobii (i)
per fare ivi diversione ; éd egli stesso pre-
se T impresa contro quei di Yannes, pre-
posto D. Bruto aîl’ arrnata navale, che avea
imposto a’ Pittoni Ç les Poitevins ) a que’ di
Saintonge (i Santoni), e ali’altre amîchê
regioni di mettere insieme ■

Espugnd Cesare bensi aîcune castella de’
nemici lungo la spiaggia del mare ; ma non
perô domô le forze loro, che come già
quelle di Atene al tempb di Temistocle,
erano contenute e rinchiuse in mnra di le-
gno. Aspettato pertanto D. Bruto coll’ ar-
mata da mare, si venne al cospetto dell’
esercito che la spiaggia teneva ad una gior-
nata navale, in cui quasi che tutta la hot-
ta de’Yeneti fu disfatta, benchè le navi
loro molto più grandi fossero, più forti e
piu deîle romane a que’ rnari accomodate.

Parrà per avventura strano, che popoli
esercitatissimi negli affari di inare sieno
stati altra volta vinti da altri di gran lun-
ga inferiori nella scienza della nautica, co-
me in questo caso accadde, e come qual-

che

(i) II paese di Quimper, e di Lysieux.
loading ...