Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 451
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0461
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0461
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
$ tr l TriumvirAto. 45 1

Ârticolo fondamentale della loro politi-
ca, e monumento della gloria loro riputa-
vano sterminare quanto più poteano il pae-
se conquistato intorno , spogliar la terra
di culti come di cultori, cangiare in ogni
modo l’universo in solitudine, e dar legge
in voto regno (1). Costoro avean cacciato
dalle lor sedi gli Usipeti e i Tenteri, po-
polï che teneano parte della contea della
Marca, e del paese di Berg, e della West-
falia, i quali passarono con istratagemma il
Reno, e fecero irruzione in quel de’ Me-
napii, che sull’ una e l’altra riva del fiu-
me tenevano parte de’ luoghi ora detti Bra-
bante, Gheldria, Cieves, Juliers e paese
di Colonia.

Cesare temendo, non il costoro passaggio
accendesse ne’ Galli il desio ioro naturale
per le innovazioni, come già la ribellione
de’ Yeneti avea fatto ; pensô a cacciar co-
storo di buon’ ora di là dal Reno, e con
esso di nuovo sbarrarli, per estinguere nell’
origine qualunque seme di ribellione. Ad
essi adunque coll’esercito andato, e venu -

to

(1) De Bel{o Gallico, lib. IV, eap. j.

Ff 2
loading ...