Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 475
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0485
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0485
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S 17 L TniïïMVI r À t o . 47 5

te conHdare poteva, i quali erano le forze
de’ Menapj confinanti agli Eburoni , e i
Gerraani co’ quali avea fatto alleanza per
opera de’ Treviri (î).

A tal fine entrô con cinque legioni in
quel de’ Menapj ; co’ quali fece un trattato
di riguardarli come nemici, se avessero da-
to ricovero ad Ambiorico, o a’ suoi amba-
sciadori (2). Lasciatovi Comio Atrebate (d’
Artois) colla cavalieria per vie rnegiio assi-
curarsi delia lor fede, andô su quel de’
Treviri, contro a’ quali T» Labieno avea
riportato una segnalata vittoria, per indi
ripassare di bel nuovo il Iieno, acciocchè
Ainbiorico non potesse aver fra’ Germani
come fra’ Menapj ricovero, e per punir
coloro fra essi, che aveano a’ Treviri man-
dato soccorsi (3).

Nulla più fece Gesare questa volta di là
dal Reno, che avesse fatto la prima, aven-
do le medesime ragioni di non ingoifarsi

neüe

(î) De Bello Gallico, lib. VI. cap. 3.

(2) Ibid.

(3) Ibid. cap. 4-
loading ...