Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 479
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0489
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0489
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SUL Triumvirato. 4? 9

i'n reputazione. Quindi ripartï le sue genti
di maniera, che due legioni svernarono ne’
Treviri, due ne’ Lingoni che teneano îl
territorio di Langres, e îe sei altre a Sens
nel paese de’ Senoni. Egli andossene in
Italia »

I moti che agiîarono quest’ anno l’Itaîia
e Pioma per l’ uccisione di P. Clodio, la
cui morte fu quasi più funesta alla repub-
hlica, che la vita stata non era, risveglia-
rono la naturale incostanza de’Galli, e il
desio di cose nuove, sperando costoro che
Cesare impedito dalle civili discordie sa-
rebbe restato quell’anno di là daîl’Alpi (i).
Dilettevol cosa si è il rintracciare ne’ po-
poli gli antichi loro costuini sotto ai grair-
di cangiamenti, che la mutazion di reli-
gione e di governo, e la coltura e 1’ arti
vi hanno necessariamente introdotto. Ma
questi sono come una foggia di veste, quan-
tunque si vuole ricamata e varia, sotto a
cui perè si scorge l’ andamento del nudo.
Nè dee dirsi, che ridicola sia questa ricer-
ca, sotto pretesto, ch’ essendo stati i Galli

per

(î) JDe Bello Gallico, lib. VII. cap. i.
loading ...